giovedì lug 16, 2015

Ripensare la gestione dei talenti per un welfare più soddisfacente

Melanie Hache-Barrois, HCM Strategy Director Southern Europe, Oracle

Porre le persone al centro di un settore pubblico europeo innovativo

Molti ritengono che l'innovazione e la pubblica amministrazione non siano compatibili. Tanto che l'idea che un'istituzione del settore pubblico possa essere innovativa rasenta l'impossibile, particolarmente se confrontata con le organizzazioni del settore privato. Tuttavia, nessun settore ormai può evitare la trasformazione digitale e ciò vale in modo particolare per gli le istituzioni pubbliche europee.

L'Italia, per esempio, sta trasformando il proprio servizio di previdenza sociale nazionale: l'INPS e il suo nuovo Direttore generale Massimo Cioffi hanno riconosciuto subito l'importanza dell'innovazione digitale per questa trasformazione.

A mio parere, sono due i fattori di innovazione per l'INPS e per altre istituzioni del settore pubblico in tutta l'Unione Europea: la promessa di costi di esercizio più bassi e la capacità di servire meglio il pubblico.

Poiché il costo della previdenza sociale per lo stato è molto elevato (il 20% del PIL della UE), è facile capire perché i governi europei tendano a ridurre al minimo i costi della pubblica amministrazione. Tuttavia, un beneficio molto importante della trasformazione del settore pubblico va oltre il contenimento dei costi: i governi e gli enti pubblici possono migliorare e personalizzare i servizi forniti.

Nel settore privato, i vantaggi dell'innovazione digitale sono visibili ovunque. I servizi personalizzati sono stati adottati su larga scala dai consumatori grazie ad aziende innovative come Airbnb, Facebook e Uber. Altre aziende del settore privato iniziano ora a muoversi in questa direzione, facilitando l'acceso ai dati e semplificando il modo di lavorare al proprio interno per tenere il passo con l'economia digitale.

È giunto il momento per le istituzioni pubbliche di iniziare a operare a livelli simili.

Con questo non intendo dire che le organizzazioni pubbliche devono abbandonare tutto e trasformarsi in una start-up di San Francisco, e magari avere sale riunioni con i tavoli da ping-pong. Tuttavia, devono iniziare a ripensare il modo in cui lavorano per porre le persone al centro delle loro operazioni.

Tutto ciò si riassume in una migliore gestione dei talenti e in una gestione dei processi di business più orientata al cliente. Massimo Cioffi ha compreso perfettamente questo punto: nel corso di un recente evento a Milano, l'ho ascoltato descrivere i suoi piani per creare una nuova struttura di ruoli per i dipendenti, adattata alle esigenze degli utenti dell'INPS. Questo è un chiaro esempio di gestione dei talenti messa al servizio delle persone che davvero contano: i consumatori finali (in questo caso, i pensionati INPS).

Queste pratiche innovative per il settore HR iniziano a diffondersi in tutta Europa. In Belgio, per esempio, l'istituto di previdenza sociale nazionale ha lanciato la sua campagna di trasformazione interna nominando il primo Chief Happiness Officer, Laurence Vanhée. Le trasformazioni intraprese sotto la sua guida hanno aiutato a migliorare il coinvolgimento dei dipendenti, ad aumentare la produttività e a ottimizzare i processi interni favorendo il coinvolgimento degli altri collaboratori. E senza bisogno di tavoli da ping-pong.

Un approccio centrato sulle persone è alla base delle operazioni moderne, indipendentemente dal settore. Dai dipendenti che lavorano in ufficio fino ai cittadini che usufruiscono dei servizi, le organizzazioni in tutta Europa iniziano a comprendere che il successo nell'era digitale è strettamente legato a una migliore interazione tra le persone.


martedì giu 03, 2014

HRC BEST PRACTICE TOUR: la tappa di Roma del 28/05

Guest post by Paola Provvisier, Master Principal Sales Consultant - Oracle

Presso la Banca del Mezzogiorno - Mediocredito Centrale, il 28 maggio scorso, si è svolto l’incontro dal titolo Compensation & Benefit – Welfare Aziendale, organizzato da HRComunity Academy nell’ambito della sua iniziativa HRC BEST PRACTICE TOUR e sponsorizzato da Oracle.

La giornata ha visto protagonisti alcune grandi realtà bancarie e industriali con la partecipazione di circa 30 specialisti dell’area HR - Compensation & Benefit.

Gli interventi che si sono succeduti nell’ambito della giornata hanno avuto come tema la condivisione delle best-pratice e delle iniziative in corso tra le aziende intervenute, con particolare riguardo alle proposte in merito al tema ‘Flexible Benefit’.

Oracle, quale sponsor della giornata, ha introdotto con una Technical Overview gli attuali scenari del mercato del lavoro e le evoluzioni tecnologiche sulla piattaforma Oracle HCM Cloud, con particolare riguardo alle innovazioni a supporto dei temi della Compensation.

La giornata, che ha suscitato apprezzamento e vivace interesse da parte di tutti i partecipanti con una proficua e partecipata sessione di domande e risposte a seguito dei vari interventi, si è conclusa con un piacevole buffet.

Altre foto dell'evento sono presenti sulla Pagina Facebook di HRC.

About

about image


Un blog per essere sempre aggiornati sugli eventi, i prodotti e le soluzioni Apps Oracle Italia


TWLNSLYT


Twitter

Search

Archives
« agosto 2015
lunmarmergiovensabdom
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
      
Today
Bookmarks