martedì giu 23, 2015

Trasformazione Digitale: l’Innovazione per il mondo Finanziario

Riporto l’intervista rilasciata da Giovanni Ravasio, Applications Country Leader in occasione della partecipazione di Oracle alla seconda edizione dell’evento Mega Trends for Finance del mese scorso.

Ing. Ravasio, come sta cambiando – a suo parere – il mondo dei sistemi finanziari in seguito agli enormi e recenti progressi tecnologici anche indotti dai social media?

Il cambio di paradigma introdotto dalle innovazioni digitali ha abbassato le barriere all’ingresso, dando spazio a nuovi player sul mercato. Si sono inseriti – nell’ambito dei servizi finanziari - anche i retailer, ovvero chi si occupava finora di pagamenti per l’e-commerce e le banche di nuova concezione. Spesso si tratta di start up o di nuove aziende, nate online, che hanno una forte attenzione al servizio verso il cliente.

Giovanni Ravasio, Applications Country Leader Oracle ItaliaCome può dunque attrezzarsi una banca tradizionale per rimanere al passo?

 Ponendo al centro della sua azione, le esigenze dei propri clienti, ascoltando e   intercettando i loro desiderata - anche attraverso l’analisi dei loro comportamenti social - e inoltre mettendo a punto una strategia per individuarli preventivamente, tracciarli ed elevare la loro Customer Experience.

A questo proposito: quanto conta, in che misura, la Customer Experience nel  settore finanziario e bancario?

Questa esigenza è molto sentita dalle banche tradizionali, tanto che l’80% dei Top Manager intervistati da Oracle, a livello mondiale, dichiara che la Customer Experience è in cima alla loro strategia, ma spesso lo fanno in modo poco organico. Questo e’ quanto si evince anche dall’analisi del report di PwCRetail Banking 2020”: il 75% delle banche sta investendo al fine di diventare Customer Centric, ma solo il 17% pare lo stia facendo efficacemente. Il mercato registra inoltre che circa il 50% dei clienti lascia il proprio istituto bancario dopo una cattiva esperienza e il 45% di essi diventa ambasciatore negativo sui social network.

Quanto il rapporto con il cliente è ancora legato al territorio e quanto invece sta cambiando in favore di altre modalità quali – in primo luogo - il web?

La capillarità delle banche sul territorio è sempre meno efficace e la fedeltà al proprio istituto bancario è in diminuzione. Per raggiungere i clienti è necessario essere presenti nei luoghi che frequentano. Il dinamismo è sovrano perché per il consumatore le opportunità di migliori servizi, minori costi, performance più elevate sono all’ordine del giorno. Si tratta di un fenomeno tangibile che non interessa soltanto il rapporto con il mondo finanziario. D’altra parte c’e’ un dato che lo afferma inequivocabilmente: il 34% dei nuovi prodotti finanziari non vengono acquistati presso la propria banca di riferimento. Il mercato è online e gli istituti che non evolvono perdono business e clienti.

Quale apporto Oracle riesce a fornire al settore finanziario in questa fase di transizione così complessa e delicata?

Gli applicativi di Oracle per i servizi finanziari hanno l’obiettivo di aiutare le banche a gestire la complessità e la dinamicità del mercato. Oracle aiuta i manager a trarre valore dal patrimonio informativo che la banca ha, supportando la strategia da loro definita in termini di Customer Experience. Inoltre, permette di aumentare la consistenza dei dati sui clienti, analizzando i loro comportamenti social, sul web, on e offline. E, attraverso l’Oracle Mobile Digital Platform, riesce a fornire un accesso sicuro in mobilità, per poter rendere fruibili i servizi finanziari in qualsiasi momento attraverso qualsiasi device.

====

Qui per guardare l’intervista video fatta durante l’evento

 


giovedì nov 20, 2014

Service Everywhere, Milano 11/12/2014

Digital Disruption + Customer Behaviour = ?

Come la Digital Disruption e il Service possono aiutare le aziende a crescere.

L’ennesimo evento sull’importanza di diventare Customer Centric? Ma le aziende non lo sanno già?

Sembrerà sorprendente, ma è raro imbattersi in un servizio clienti eccellente. Si potrebbe pensare che le aziende si siano già attrezzate a rispondere a clienti sempre più esigenti, ma è ancora un’eccezione e non la regola.

Considera questo: la maggior parte dei clienti ti offre UNA sola possibilità di rispondere in modo coerente e corretto alla richiesta di aiuto. Se sbagli i clienti hanno molte opzioni da scegliere: una di queste? Abbandonarti... oppure lamentarsi sui social!

La proliferazione di questi canali, insieme alla tecnologia sempre più spinta, sta mettendo a dura prova il ruolo del Customer Service. Questo incontro vuole essere l’occasione per affrontare insieme le criticità dovute alla Digital Transformation e per capire come sfruttare la Digital Disruption e trasformarla in opportunità reali di business.

Clienti, Partner ed Esperti Oracle ti invitano a partecipare a questa conversazione per cogliere diversi spunti di riflessione sul perchè:

  • abbiamo la necessità di pensare prima di tutto “digital”
  • dobbiamo affrontare rapidamente i cambiamenti (interni ed esterni all'azienda)
  • la “disruption” può essere considerata un’opportunità per combattere la concorrenza e la “digital” disruption un forte motivo per differenziare il proprio Servizio

Tra tutte le aree aziendali il Customer Service è quella che sente la voce del cliente in modo forte, chiaro e diretto. L’obiettivo dell’incontro è quello di capire come trasformare questa posizione privilegiata in vantaggio strategico!

giovedì ott 30, 2014

Ringo Mobile: scegliere il cloud con naturalezza

Ringo Mobile è un nuovo operatore di telefonia mobile, che si rivolge - in particolare - a tutti coloro che per cultura o stile di vita hanno l’esigenza di comunicare a livello internazionale, offrendo soluzioni semplici, trasparenti e flessibili, che soddisfano al meglio le esigenze di ognuno, e garantendo un servizio di elevata qualità.

Ringo Mobile fa parte di ICS Group, gruppo fondato nel 2008 da Berbesh Ramy che oggi ha attività anche in Svizzera e in Egitto. Ringo Mobile si accinge a lanciare sul mercato italiano la sua offerta di servizi mobile innovativi che saranno proposti attraverso punti vendita, distributori e il sito www.ringomobile.it. I primi quattro negozi Ringo Mobile saranno aperti a breve a Milano. L’azienda si propone di espandere la sua presenza in Italia e nei programmi della holding c’è anche la creazione di nuove filiali in altri paesi europei.



Il Cloud per accompagnare la crescita di un nuovo business

Per un’impresa inserita in una realtà distribuita a livello internazionale e destinata a crescere, gestire i processi aziendali in modo semplice, efficiente ma soprattutto flessibile attraverso strumenti in grado di adattarsi modularmente alle future esigenze, rappresenta un importante vantaggio.

In risposta a questa necessità, Ringo Mobile ha scelto – fra le prime aziende in Europa e a pochi giorni dall’annuncio della disponibilità – le applicazioni Oracle ERP Cloud. Ciò consentirà di integrare in una unica soluzione cloud la gestione dei processi di amministrazione finanziaria e di collegarvi anche il sistema di billing delle centrali dati utilizzate per gestire il traffico telefonico. L’applicazione sarà implementata in Italia, con l’obiettivo futuro di poterla estendere anche alle altre aziende che compongono la holding.

Luca Bignone, CEO di Ringo Mobile, spiega : “Scegliere il cloud per noi è stato un passaggio naturale; lo suggeriva la natura distribuita del nostro business. Abbiamo già una cultura aziendale orientata a comprendere il valore aggiunto delle applicazioni as-a-Service. Business Reply, il partner Oracle che ci ha seguiti nella scelta e realizzerà il progetto, ha saputo comprendere chiaramente le nostre esigenze proponendoci una soluzione che ha caratteristiche adeguate alle nostre esigenze locali e allo stesso tempo supporta un approccio multi-country, che è quello che ci servirà in futuro per unificare gli ERP della holding. Adottare una applicazione ERP Cloud, inoltre, ci ha consentito di dotarci subito di uno strumento importante per il nostro business: abbiamo potuto investire il giusto, sapendo di disporre di una soluzione modulabile che potremo ampliare nel tempo senza problemi”.

lunedì ott 27, 2014

SETEC Group: il Cloud per una forza vendita 2.0

SETEC Group - con oltre 40 anni di esperienza consolidata nell'automazione meccatronica - produce e distribuisce una gamma completa di prodotti di moto applicata ai più svariati settori industriali ed è in grado di fornire ai costruttori tutto il know-how necessario in fase di analisi ingegneristica per la realizzazione di macchine innovative, rispettose dell’ambiente e sempre più performanti.


Con l’obiettivo di ottimizzare e automatizzare le trattative di business del personale di vendita, ridurre il ciclo di gestione del processo di vendita e i relativi tempi per il reperimento delle informazioni e infine, per evitare la perdita di dati business critical in caso di turn over di personale, Setec Group ha deciso di lanciare un progetto di automatizzazione della forza vendita.

Dopo approfondite analisi, per la prima volta in azienda si è deciso di andare in cloud, soprattutto in considerazione di una governance della soluzione che sarà certamente più semplice e flessibile e per il fatto che non sono richiesti ingenti investimenti IT per modificare o rinnovare la propria infrastruttura tecnologica. Per contro, è necessario sviluppare una cultura orientata alla digital transformation.

Dalla software selection è risultata vincente la soluzione Oracle Sales Cloud proposta dal partner Oracle Enigen. Tra le motivazioni, certamente la capacità di offrire un’interfaccia utente semplice e intuitiva molto simile a una classica App consumer che si scarica su smartphone e tablet personali, per la disponibilità di un motore di analytics molto potente e, non ultima, per il rapporto prezzo-prestazioni particolarmente competitivo.

Ulteriori fattori che hanno influito sulla scelta sono stati la possibilità di usufruire di un cloud fortemente personalizzabile, di facile utilizzo e accessibile su ogni dispositivo, ed estendibile attraverso Oracle Cloud Marketplace e le altre componenti di Oracle Customer Experience Suite.

Setec è anche interventuta in occasione dell'ultimo evento Oracle dedicato al Cloud più completo del mercato: "A Modern Cloud for a Modern Business", che si è svolto lo scorso 21 Ottobre a Milano. Ha discusso insieme a Paolo Cordero, Director e Partner di Enigen, di queste motivazioni presentando nello specifico la nuova strategia del gruppo.

Fabio Seminatore, Direttore Generale di SETEC Group dichiara: “Quando il progetto sarà a regime saremo in grado di tracciare e catalogare i dati da tutte le entità di business in modo centralizzato per l’analisi degli stessi e utilizzando KPI e report specifici che forniranno indicazioni sulle dinamiche del mercato e del team di agenti, di stabilire strategie e politiche di gestione del processo di vendita e del marketing e, infine, di effettuare un controllo dei risultati capace di identificare, laddove necessario, relative azioni di follow up sulla forza vendita”.

mercoledì ago 20, 2014

Registrati Subito!

Lo sapevi che i regolamenti italiani limitano le aziende nell'invio di comunicazioni via e-mail senza il tuo esplicito consenso?
Iscrivendoti alle comunicazioni Oracle, potrai solo ottenere benefici!

Eccoti un paio di esempi:

Mantieni la tua conoscenza di Oracle sempre al top:
Rimani aggiornato sulle tecnologie Oracle con le ultime informazioni e gli annunci sui nostri prodotti e servizi
Rimani aggiornato con regolari best practice di settore e report degli analisti
Ascolta direttamente il nostro management
Ricevi inviti ad eventi locali, dove ti sarà possibile incontrare specialisti Oracle e potrai ampliare la tua rete con altri clienti

Controlla i tipi di informazioni che si ricevono
Gestisci i tipi di contenuti che vuoi ricevere sottoscrivendo gli argomenti basati sul ruolo, sull'industria o sul prodotto che ti interessano
Oppure potrai sempre scegliere di disiscriverti in qualsiasi momento con il nostro "one-click unsubscribe"

Registrati subito per avere il tuo account Oracle qui: https://profile.oracle.com/

mercoledì mar 12, 2014

Oracle è ancora al comando secondo il Magic Quadrant di Gartner per il Transportation Management Systems (TMS)

Gartner ha pubblicato il 14/02/2014 un rapporto dove afferma che nel 2013 il mercato TMS è stato saldamente guidato da Oracle (con offerte OTM) e JDA Software.

Entrambe le società supportano alcuni degli utenti TMS più complessi continuando comunque ad avere interessanti visioni per la prossima generazione.

Oracle continua a generare una forte crescita delle vendite a livello globale. Aumenta in profondità e in ampiezza  i suoi applicativi, collocandosi sempre ai vertici, sempre secondo Gartner, grazie all’alta percentuale di offerte in TMS.

Il rapporto continua ribadendo che "la riduzione dei costi di trasporto continua ad essere la motivazione principale per l’investimento nel TMS; tuttavia, la capacità di garantire e migliorare l’efficienza complessiva del trasporto, restano, in ogni caso, obiettivi altrettanto cruciali".

Per ulteriori approfondimenti, cliccate QUI

giovedì feb 20, 2014

Assocontroller e Oracle ancora insieme

Il 12 Febbraio si è svolto, presso la sede di Oracle Italia a Roma, il secondo appuntamento che ha visto Oracle supportare Assocontroller in quello che riguarda la divulgazione delle tematiche circa la metodologia ABC.

Si tratta di un metodo di analisi dei costi di un'industria o impresa che fornisce dati sull'effettiva incidenza dei costi associati a ciascun prodotto e ciascun servizio venduto dalla ditta stessa, a prescindere da quale sia la sua struttura organizzativa.
Il pregio dell'ABC è che è adattabile e scalabile sia per grandi organizzazioni quanto per le piccole e che obbliga le parti a fare analisi realistiche sulla propria produttività e professionalità, riducendo il rischio di tagli di budget irrazionali a risorse preziose o, al contrario, di investimenti ingiustificati in settori a scarso potenziale di crescita. Implica, non ultimo, la necessità di organizzare il flusso produttivo meglio per ridurre gli sprechi e finalizzare la professionalità delle risorse aziendali, siano umane o materiali.


A fronte di una platea composta da 21 persone qualificate e interessate, hanno parlato di queste tematiche Giorgio Cinciripini, Presidente di Assocontroller; il Professor Alberto Bubbio, docente presso l'Università Liuc; Maurizio Grillini, segretario di Assontroller e Responsabile PMO e Controllo di Gestione presso ATAC Patrimonio; e Simone Scagliarini, Senior Manager di Reply Consulting, che ha illustrato il caso di Marazzi Group, azienda manifatturiera che ha adottato con successo questa metodologia all'interno dei processi produttivi interni.

E' stato anche rilanciato l'Osservatorio, istituito da Assocontroller, per renderlo uno strumento di monitoraggio per le Aziende che ne vogliono far parte.

Le presentazioni proiettate sono disponibili su richiesta per tutti coloro che ne fossero interessati (scrivi a Claudia Caramelli). Collegandovi al sito di Assocontroller invece potete trovare tutti i riferimenti e ulteriori approfondimenti.

Mark Hurd e Oracle HCM World: “Oracle fa sul serio con l’HCM”

Oracle ha dimostrato di fare sul serio all’HCM World, forum dedicato ai professionisti dell’HCM che si è svolto dal 4 al 6 febbraio 2014 a Las Vegas.

Mark Hurd e Larry Ellison, i due pilastri di Oracle, hanno dato il loro contributo, il primo con un discorso di apertura e il secondo concludendo i lavori.

Hurd ha dichiarato: “Vogliamo accertarci che tutti sappiano che Oracle fa sul serio riguardo l’importanza di guidare i mercati HCM e HR.”


Le ricerche dimostrano che il capitale umano è la priorità principale per le organizzazioni. Bill Kutik, editorialista in ambito tecnologico, ha denominato l’odierno mercato dell’HCM “una lotta serrata per la supremazia tra Oracle, SAP e Workday”.

Oracle intende essere il leader in questo settore con una semplice formula: “Stiamo portando i nostri concorrenti ad auto-ingegnerizzarsi”, ribadisce Hurd, “SAP non ha riscritto le sue applicazioni per il Cloud. Oracle invece lo ha fatto. L’acquisizione di fattori di successo per SAP, inoltre, non porterà mai l’azienda nel mondo del recruiting, come Taleo ha fatto per Oracle.”

Hurd racconta che Workday manca di funzionalità e competenze specificatamente social. “Crediamo che sia una grande mancanza”, sottolinea Mark. Per di più, la nuova interfaccia lavorativa di Workday si sta muovendo adesso da Adobe Flash a HTML5: l’azienda ha ben documentato i problemi con le sue competenze in ambito mobile. Inoltre, c’è anche la probabilità che la nuova app per il reclutamento di Workday (che verrà rilasciata nel 2014) sarà poco più di un’app mobile da usare internamente all’azienda, senza caratteristiche social. Hurd ha comunque apprezzato Workday in un’area: “Penso il fattore cool lo abbiano avuto”. In sintesi, per Mark Hurd “Bisogna presentarci e fare un lavoro migliore”.

Ed è esattamente quello che sta accadendo. Oracle ha annunciato la Release 8 di Oracle HCM Cloud (con più di 200 nuove innovazioni), promettendo ulteriori integrazioni tra Taleo e Fusion, continuando a garantire l’assistenza ai clienti on-premise.

Per maggiori approfondimenti, puoi leggere l’intero articolo scritto da Emma Snider e pubblicato su SearchFinancialApplications (CLICCA QUI) oppure il post di Doug Henschen, editore esecutivo presso InformationWeek, che ha redatto dopo lo speech finale di Larry Ellison CLICCANDO QUI. Per tutti i contenuti riguardanti il Forum di Las Vegas, collegati al sito ufficiale dell’evento per rivedere i video più significativi e i contenuti più interessanti: CLICCA QUI.

venerdì nov 22, 2013

Reinventing Finance, le prossime sfide del CFO per il biennio 2014-2015

Oracle ha partecipato ieri a Reinventing Finance, convegno organizzato da Business International dove si è discusso su come riorganizzare la funzione dei CFO perchè non si trovino impreparati alle sfide dei prossimi anni.

Nella cornice dell'Hotel Melià di Milano, Oracle è intervenuta nella mattinata con Stefano Oddone, mentre nel pomeriggio Nicola Ciapponi ha guidato il panel "Cost Performance Priorities", insieme a Lorenzo Mariani di Reply Consulting.

Una platea (composta da 60 CFO) attenta nonostante l'agenda intensa, che ha permesso di poter approfondire tematiche di Cash Optimization Priorities, Cost Perfomance Priorities e Corporate Governance Priorities.