X
  • July 24, 2020

Quattro cambiamenti importanti per i CFO, in questo periodo

Simona Menghini
Communications Director, Italy

Le ultime settimane e gli ultimi mesi hanno probabilmente rappresentato la sfida più grande nella carriera della maggior parte dei CFO e direzioni amministrative e finanziarie. Senza quasi nessun preavviso, milioni di aziende – indipendentemente da dimensioni o importanza - sono improvvisamente passate dal cosiddetto “business as usual” ad affrontare enormi sfide sotto il peso dell'incertezza.
 
Di fronte ad avversità senza precedenti, i Chief Financial Officer, responsabili di amministrazione, controllo e finanza aziendale, devono diventare i gestori del futuro del business. Quando l'incertezza globale si accompagna a un maggiore richiesta di controllo da parte di CEO, consigli di amministrazione, investitori, dipendenti e clienti, ogni loro mossa è fondamentale. 

Con queste sfide da affrontare e decisioni difficili da prendere, il CFO è al centro di un'economia in rapido cambiamento.

Le quaatro sfide principali
Ci sono quattro aree in cui il CFO sarà sempre più fondamentale: gestire il flusso di cassa, investire nella supply chain, lavorare a stretto contatto con le risorse umane e concentrarsi sui clienti. Esploreremo come il CFO possa affrontare queste sfide a testa alta, apportare cambiamenti importanti dove è necessario, ed essere un buon amministratore in caso di crisi. 

La sfida più immediata è la gestione del flusso di cassa. Molte aziende, pur essendo intrinsecamente redditizie, si sono trovate a far quadrare i conti a fatica, con un capitale circolante insufficiente per rimanere solvibili. Questa mancanza di resilienza economica richiede tagli a breve termine, ma si basa anche su decisioni intelligenti che mantengano l'azienda sana a lungo termine.

La seconda area di intervento è la catena di fornitura, ovvero la supply chain. Per decenni "lean", agile, è stato il motto di quest’area. Ma le catene di fornitura agili e just-in-time hanno faticato a fronteggiare la crisi globale. Per rimettersi in carreggiata e pianificare il futuro, sarà fondamentale investire per fare in modo che le supply chain siano robuste e resistenti, non solo agili.

Bilanciare il taglio dei costi con la sicurezza che il business possa ancora funzionare in modo efficace è vitale, soprattutto quando il più grande asset aziendale – le Risorse Umane - è anche la fonte di spesa più importante. Per mantenere questo delicato equilibrio e garantire che ogni decisione presa aiuti a salvaguardare la continuità del business e la sua sopravvivenza, il CFO dovrebbe lavorare più vicino che mai alla direzione delle Risorse Umane. Insieme, possono analizzare e gestire i dati della loro azienda per vedere dove le competenze e le risorse sono più necessarie nell’immediato, pianificando al tempo stesso ciò che il futuro può portare. 

Un approccio orientato alle persone è di vitale importanza, e non solo quando si tratta di personale e dipendenti, ma anche di clienti. Garantire una buona esperienza ai clienti è sempre importante, ma in questo momento il fatto che i CFO e i team finanziari siano più vicini che mai ai clienti - e anche ai fornitori - è ciò che può fare la differenza. Dimostrare di poter bilanciare le loro esigenze con quelle dell'azienda conferma ai clienti di essere il partner di cui possono fidarsi per guidarli in tempi incerti, ora e in futuro. 

Saper rinunciare allo status quo
Il CFO non è più solo il responsabile dei “cordoni della borsa” e di far tornare i conti. Essere un gestore affidabile del business aziendale significa anche allontanarsi, se necessario – come lo è ora – dallo status quo. Si tratta anche di essere determinati a guidare il cambiamento dove conta di più. E’ necessario avere visione su come l'amministratore delegato e il consiglio di amministrazione possano cambiare il modo in cui la loro azienda viene gestita per potersi riprendere da eventuali momenti di crisi e sapere cosa ci vorrà per andare avanti. Questo richiede resilienza, pensiero a lungo termine ed empatia. 

L’interesse degli azionisti oggi non è tutto, bisogna pensare a quello di tutti gli stakeholder, perchè lo scopo è soddisfare i clienti, sostenere la redditività e avere successo a lungo termine. Le aziende che adottano standard più elevati ora, e che faranno bene a lungo termine hanno una cosa in comune: dei CFO capaci di abbracciare e guidare il cambiamento, agendo da veri leader
 

Be the first to comment

Comments ( 0 )
Please enter your name.Please provide a valid email address.Please enter a comment.CAPTCHA challenge response provided was incorrect. Please try again.