X
  • August 4, 2020

Oracle trasforma la Supply Chain in un fattore chiave per la resilienza e la crescita

Guest Author

di Rick Jewell, Senior Vice President, Applications Development, Oracle

Durante il 2020, le catene di fornitura globali sono state soggette a un importante “stress test” ed è probabile che questa tendenza perduri nei prossimi mesi.

Per supportare i nostri clienti nell’affrontare le sfide quali interruzioni della catena di fornitura, volatilità del mercato, modifiche dei modelli commerciali globali e delle aspettative dei clienti, in Oracle abbiamo lavorato alacremente per apportare degli aggiornamenti della nostra suite Oracle Fusion Cloud Supply Chain & Manufacturing (Oracle Cloud SCM). 

Grazie alle ultime novità introdotte in Oracle Cloud SCM, siamo in grado oggi di supportare al meglio i nostri clienti nell’implementazione di processi di operations resilienti, che sono oggi un fattore imprescindibile per una crescita sostenibile.

Ci siamo concentrati su alcuni punti chiave, apportando importanti aggiornamenti: 

•    Replenishment Planning (lett.te “pianificazione dei rifornimenti”): Molte organizzazioni hanno subito enormi fluttuazioni della domanda quest'anno. Il modulo di Replenishment Planning consente alle organizzazioni di prevedere i consumi e pianificare ed eseguire il replenishment in modo efficiente e gestibile. Replenishment Planning è una nuova funzionalità in Oracle Demand Management.

•    Backlog Management (“gestione dell’arretrato”): Per aiutare i nostri clienti nel passaggio da un modello “first-come, first-served” a un modello capace di gestire priorità e quindi soddisfare prima gli ordini più importanti, abbiamo rilasciato, in Oracle Supply Chain Planning, la nuova funzionalità Backlog Management. 

•    Depot Repair (“riparazioni di scorte”): Mantenere i livelli del servizio clienti, in momenti di estremo, cambiamento può essere incredibilmente difficile. Con Depot Repair, che abbiamo introdotto in Oracle Field Service, le organizzazioni possono riparare e restituire rapidamente e facilmente le risorse dei propri clienti, fornire informazioni sul lavoro svolto e fatturare correttamente i servizi resi. 

•    Project-Driven Supply Chain (“catena del valore a progetto”): Questa soluzione E2E, parte di Oracle Fusion Cloud Enterprise Resource Planning (Oracle Cloud ERP), consente ai clienti di acquisire, fatturare e capitalizzare i materiali, i costi di produzione e manutenzione relativi al progetto, in modo completamente integrato.

•    Channel Revenue Management (“gestione del fatturato del canale”): Per aiutare i clienti ad affrontare la sfida del cambiamento dei modelli di business e gestire in modo efficiente i propri programmi commerciali, Channel Revenue Management, nuova funzionalità in Oracle Cloud SCM, automatizza l'elaborazione e il processo degli acconti commerciali in cloud. Ciò consentirà ai clienti di semplificare i processi aziendali, aiutandoli al contempo ad aumentare entrate, profitti e quote di mercato complessivi.

Siamo profondamente consapevoli che non esiste una bacchetta magica per vincere tutte le sfide che le organizzazioni si trovano ad affrontare, tuttavia siamo certi che i nuovi aggiornamenti forniranno gli strumenti necessari per creare supply chain efficienti e resilienti. 

E indipendentemente da ciò che verrà dopo, in Oracle ci impegniamo sempre a fondo per aiutare i nostri clienti e partner a reinventare le loro supply chain per tornare a far crescere il loro business in modo sostenibile.
 

Be the first to comment

Comments ( 0 )
Please enter your name.Please provide a valid email address.Please enter a comment.CAPTCHA challenge response provided was incorrect. Please try again.