mercoledì dic 17, 2008

Un'anticipazione di NetBeans 7.0: Code Coverage per Python e Ruby

Riprendo il post di Tor Norbye per dare qualche anticipazione su una nuova funzionalità che sarà in NetBeans 7.0: il Code Coverage per i linguaggi Python e Ruby.

Ecco una schermata di esempio:


Maggiori informazioni ed un paio di video che illustrano come utilizzare il Code Coverage sia con Python che con Ruby si trovano qui.

giovedì lug 03, 2008

Una demo dell'editor JavaScript in NetBeans 6.1

NetBeans nella versione 6.1 include un nuovo editor JavaScript che implementa alcune utili funzionalità per semplificare lo sviluppo con un linguaggio altamente dinamico come JavaScript: completamento intelligente (inclusa la documetazione del linguaggio), rename/refactoring del codice, analisi in tempo reale delle librerie, supporto per vari framework Ajax per lo sviuppo di client web interattivi ed altro ancora.

E' possibile vedere una demo dell'editor JavaScript andando qui.

venerdì apr 11, 2008

E' disponibile JRuby 1.1

 

JRuby 1.1 è la nuova release del progetto che ha creato un ambiente compatibile con il linguaggio Ruby basato sulla piattaforma Java. Oltre agli evidenti vantaggi di portabilità, JRuby si sta dimostrando in vari ambiti molto più performante di Ruby 1.8.6 e talvolta anche della 1.9.

Per sviluppare con il linguaggio Ruby è possibile utilizzare NetBeans, che può utilizzare come motore sia l'implementazione "nativa" che JRuby.

lunedì mar 31, 2008

Aggiungere la voce a Java Enterprise Edition con SIP

Ecco un'ottima introduzione al protocollo SIP e a come utilizzare il progetto SailFin (ci sono anche il wiki ed il blog), un SIP Servlet Container che estende l'Application Server GlassFish per integrare le applicazioni Java con il mondo della telefonia.

La sintassi di SIP è molto simile a quella dell'HTTP e ciò permette di adttare in modo semplice il concetto di Servlet per questo protocollo. Per maggiori informazioni sulle SIP Servlet vedere i JSR 116 e 289. L'ambiente SailFin è stato inoltre integrato nell'ambiente di sviluppo NetBeans con la release 6.1 (ad oggi in beta).

La tecnologia che è stata utilizzata nel progetto SailFin è stata donata alla comunità open source da Ericsson.

mercoledì mar 19, 2008

Janne (Java Artificial Neural Network Evolution)

Quando è stato rilasciato NetBeans 6.0 (e tra poco sarà disponibile la 6.1) ho cercato un argomento che mi interessasse per provarne le funzionalità e provare a sviluppare qualcosa.

Ne è venuto fuori Janne. Gli eseguibili sono disponibili qui. Ho creato un progetto su java.net e chiunque volesse è il ben venuto per partecipare. Il resto del post è in inglese ed include una breve descrizione del progetto.



Janne (Java Artificial Neural Network Evolution) is a platform for testing an evolutionary approach in optimizing a predator-pray model.

The GUI has three main components:

  • the world map (left)
  • the top genomi statistics (top-right)
  • the top genoma graphical representation (bottom-right).

Each entity has:

  • a position (x, y) in the world map
  • a direction (d) between 0 (north) and 7, growing clockwise by a 45 degree step
  • a genoma, identified by a "genome id"

Each genoma details the structure of a three-layer feed-forward neural network that acts as the "brain" of the entity. The size of the network is described by the M/S/H/A tuple, where:

  • M is the number of Memory Neurons
  • S is the number of Sensor Neurons
  • H is the number of Hidden Neurons
  • A is the number of Action Neurons

The first layer is the Input Layer and is composed by both the Memory and the Sensor Neurons. The second layer is the Hidden Layer and is composend by the Hidden Neurons. The third layers is the Output Layer and is composed by nothe the Memory (again) and the Action Neurons.

Memory Neurons act as "stateful" neurons that repeat as input what they get as output. They are identified by "M" plus an integer greater or equal to zero, e.g. "M0", "M1", etc.

Senson Neurons get informations from the area surrounding the entity and can be of different types:

  • "SL", look in the left direction (90 degree left)
  • "SFL", look in the front-left direction (45 degree left)
  • "SF", look in the front direction
  • "SFR", look in the front-right direction (45 degree right)
  • "SR", look in the right direction (90 degree right)
  • "SSL", look for a "similar" entity in the left direction
  • "SSFL", look for a "similar" entity in the front-left direction
  • "SSF", look for a "similar" entity in the front direction
  • "SSFR", look for a "similar" entity in the front-right direction
  • "SSR", look for a "similar" entity in the right direction

A "similar" entity has a genoma id equal to the genoma of the entity or to the "parent" genoma of the entity. The "parent" genoma is the genoma from with the other genoma was "born" by "mutation".

Action Neurons can be of different types:

  • "ATL", turn 45 degree left
  • "ATR", turn 45 degree right
  • "AMF", move forward (can eat)
  • "AMB", move backward (must be empty)
  • "AML", move left (must be empty)
  • "AMR", move right (must be empty)

giovedì ott 04, 2007

Una soluzione di Enterprise Service Bus completa ed open source

Come mostrato la scorsa settimana ai Sun Tech Days di Roma e Milano vi è grosso interesse per creare una piattaforma completa ed open source per il disegno e l'implementazione di un Enterprise Service Bus (ESB).

I prodotti cardine della piattaforma sono:

  • NetBeans, l'ambiente di sviluppo grafico
  • GlassFish, l'Application Server Java Enterprise Edition (altre info qui)
  • Open ESB, il bus di integrazione

La versione completa di NetBeans 6.0 (ad oggi in beta, la versione finale è attesa per fine novembre) include già tutto il necessario per testare l'editor visuale BPEL e le altre funzionalità. Alcuni esempi di utilizzo del tool in ambito SOA si possono trovare qui:

 

La comunità open source ha inoltre reso disponibili una serie di connettori per gli ambienti più disparati (come CICS, CORBA, DCOM , ecc.):

venerdì set 21, 2007

Un confronto tra NetBeans ed Eclipse

Ecco un interessante confronto tra gli ambienti di sviluppo Netbeans, che si avvicina alla release 6, ed Eclipse. Nonostante l'autore sia non solo un utente, ma un autore di libri su Eclipse, il consiglio è di tenere in considerazione Netbeans per tutti quegli sviluppi che non solo Java Standard Edition (SE), ma sono focalizzati o hanno componenti sulle piattaforme Mobile o Enterprise, come è il caso per i sistemi "Web 2.0" e le applicazioni per i telefoni cellulari.

giovedì set 13, 2007

Il progetto Sun SPOT

Il progetto Sun SPOT ( Small Programmable Object Technology) è il risultato delle ricerche in corso presso i Sun Labs, il laboratorio di ricerca di Sun. Nel 2003 i Sun Labs iniziarono a lavorare su reti di sensori senza filo (Wireless Sensor Networks). L'obiettivo del loro studio era di creare device più potenti e allo stesso tempo più facilmente programmabili. Partendo dall'esperienza già applicata a piccoli device (come i telefoni cellulari), l'idea fu quella di utilizzare Java come piattaforma di sviluppo (adattando la Java Virtual Machine del progetto Squawk) ed una architettura estendibile per i device.

Questi video chiariscono meglio gli ambiti ed i risultati del progetto:

Sun SPOT Overview

Sun SPOT Java

Sul sito del progetto è disponibile un Tutorial, altri video sono disponibili qui.

Sun Tech Days in Italia

 

I Sun Tech Days 2007-2008, una conferenza itinerante a livello mondiale pensata per “portare a casa degli sviluppatori” le novità tecnologiche presentate da Sun in ambito Java, Solaris e tecnologie open per il Web 2.0 (inclusi JRuby, Ajax, JavaFX, OpenESB, OpenSSO, Sun SPOT), sbarcano in Italia:

  • a Roma, 24-25 settembre 2007
  • a Milano, 26-28 settembre 2007

I Tech Days si rivolgono agli sviluppatori e ai tecnologi che all'interno delle aziende, delle università e degli spazi individuali lavorano e fanno ricerca per rendere disponibili soluzioni tecnologicamente avanzate per i servizi online.La partecipazione all'evento è gratuita ed aperta a tutti. Nell'evento sono inclusi sia seminari teorici che sessioni pratiche condotte da un istruttore. Java (EE, SE, ME), Solaris e tutti gli strumenti di sviluppo open sono il cuore dei contenuti, con un particolare focus sui progetti OpenSolaris ,NetBeans e GlassFish. Sul sito Sun si provano l'agenda aggiornata, il modulo di iscrizione (gratuita) e la press release ufficiale che include tutto il percorso dell'evento, da Boston a Mexico City.

About

Un diario digitale sui miei interessi: Internet, Solaris, Java, Fotografia, ecc.

Search

Archives
« aprile 2014
lunmarmergiovensabdom
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
    
       
Today