giovedì ago 28, 2008

Una galleria 3D per le foto

Alla ricerca di soluzioni alternative per le mie foto online, ho trovato il servizio Pho.to che permette di creare delle gallerie 3D dove esporre le proprie "opere". Le gallerie possono essere create offline (scaricando l'apposita applicazione, gratuita, ma solo per Windows) o online con il Photo 3D Widget.

Ho quindi creato il mio utente ed ottenuto un dominio di secondo livello [ http://danilop.pho.to/ ] dove ho creato in automatico (usando il widget) questa galleria tridimensionale usando alcune foto di Roma con il grandangolo che ho su Flickr:

Se avessero usato JavaFX al posto di Adobe Shockwave, non avrei dovuto installare un altro plugin nel mio browser: sarebbe stato sufficiente il plugin Java.

domenica ago 03, 2008

Ancora con il grandangolo a San Pietro e Borgo

Riprendo il post precedente per aggiungere qualche visuale grandangolare di San Pietro e Borgo.


Piazza San Pietro


Piazza San Pietro


Basilica di San Pietro (la visuale del grandangolo nasconde la Cupola)


La Chiesa di San Lorenzo in Piscibus tra gli edifici di Via della Conciliazione


Un ingresso del Passetto di Borgo

martedì lug 15, 2008

Dell'uso del grandangolo ed alcune foto di Roma

Benché possieda un obiettivo grandangolare da ormai alcuni mesi, solo lo scorso sabato sono riuscito a sentire quella "sintonia" che è indispensabile avere per poter usare in modo "decoroso" la propria attrezzatura fotografica. Ho quindi cercato di sfruttare il momento ed ho tenuto l'ottica grandangolare montata sulla fotocamera per tutto il pomeriggio. Potendomi avvicinare al soggetto delle foto più di quanto sia solito fare, sono riuscito ad usare questa vicinanza per eliminare alcune di quelle distrazioni che rischiano di fare da contorno alla fotografia "di strada", specialmente a Roma.

Mentre scattavo, pensavo come un obiettivo grandangolare (16-35mm) sia più caldo e soggettivo delle focali normali (50mm) e soprattutto della fredda oggettività degli obiettivi "tele" (70mm ed oltre):

  • il teleobiettivo permette di avere una immagine fedele e con una minima distorsione prospettica, mantenendo una distanza considerevole dal soggetto (specialmente nel caso della fotografia "di strada" o "paesaggistica", nel caso di ritratti e primi piani il discorso è diverso)
  • il grandangolo vi porta nel centro della scena, fin troppo vicini al soggetto (si rischia di comparire senza volere nelle foto, come ombre o in un riflesso) e qualsiasi piccola variazione nell'inquadratura comporta un effetto ben visibile nell'immagine, in particolare nelle "distorsioni prospettiche" tipiche di queste focali, ed è in questo senso uno strumento che evidenzia maggiormente la soggettività del fotografo

Ecco alcuni risultati ottenuti in luoghi da me già visitati molte volte, ma in parte riscoperti proprio grazie al grandangolo:


Piazza dell'Orologio


Via del Governo Vecchio


Il Pasquino


Piazza Navona


L'obelisco del Pantheon


Largo di Torre Argentina


Largo di Torre Argentina


Il Portico d'Ottavia


Nei pressi del Teatro Marcello


Nei pressi del Teatro Marcello

mercoledì lug 09, 2008

Incontro a Roma con Aza Raskin di Mozilla Labs

Riprendo la comunicazione di Mozilla Italia per diffondere la notizia dell'incontro di venerdì 11 a Roma con Aza Raskin di Mozilla Labs (vedi anche Songza e Humanized), dove verranno illustrate alcune novità riguardo l'interfaccia grafica di Firefox e soprattutto di Fennec, la versione mobile del noto browser.

QUANDO: venerdì 11 Luglio 2008, ore 21.30
DOVE: La Cantina - Music Box, Via Lucrino 28b (via Eritrea/Piazza Santa Emerenziana)
COME: per facilitare l'organizzazione in così poco tempo, vi preghiamo di inviare una mail di conferma di partecipazione a: incontro.aza@gmail.com
QUANTO: ingresso gratuito

martedì mag 20, 2008

Marten Mickos (CEO di MySQL ed ora a capo del Database Group di Sun) a Roma il 30 maggio

Marten MickosCEO di MySQL negli ultimi sette anni ed oggi Senior VP del Database Group in Sun, sarà a Roma il 30 maggio 2008 presso il Dipartimento di Informatica dell'Università La Sapienza per un incontro con quanti – sviluppatori, studenti, tecnologi, decision maker, blogger, influencer - s'interessano al tema dei Database Open Source.

Argomenti chiave saranno la sostenibilità del modello Open Source, il presente e il futuro di MySQL.

Marten terrà un keynote di 20 minuti e sarà poi disponibile per una sessione di Q&A. 
Per gli appassionati è prevista una sessione di approfondimento su perchè MySQL è di particolare utilità nelle applicazioni del Web 2.0 e su come partecipare ai lavori della community MySQL.

L'ingresso è libero e gratuito: siete invitati partecipare e a diffondere la notizia a quanti potenzialmente interessati.

Quando: 30 maggio 2008 ore 16:30
Dove: Dipartimento di Informatica dell'Università La Sapienza di Roma, via Salaria 113 - 00198 Roma

Tutti i dettagli e l'iscrizione su http://it.sun.com/sunnews/events/2008/may/marten/.

domenica apr 13, 2008

Josephine’s Bakery, una pasticceria particolare vicino Campo de' Fiori

Nel cuore di Roma, a pochi passi da Campo de' Fiori, un indirizzo da segnarsi per torte e biscotti diversi dai soliti: brownies, cupcakes, muffin, scones, meringhe, girelle alla cannella, ed altro ancora.

Io ho provato meringhe e shortbread, ma devo tornare per provare le altre particolarità.

Libreria ed altro al Papyrus Café

A Roma, vicino Fontana di Trevi, si trova questo locale che oltre ad essere un "Café", è una libreria specializzata nelle seguenti case editrici romane:

Ottimo il caffé in cialda, devo provare a breve il couscous il cui aspetto mi ha subito colpito (ed ero già a stomaco pieno). Il sito indica la presenza di una connessione WiFi, il che può essere utile per prolungare la permanenza a base di cibo e libri.

venerdì apr 11, 2008

Un paio di foto dai Fori Imperiali

Ecco un paio di foto dalla passeggiata di domenica scorsa ai Fori Imperiali. Una foto è presa dalla vetrina di una vecchia libreria. La seconda è una vista della Torre dellle Milizie nel Rione Monti.

martedì mar 25, 2008

L'inchiostro elettronico ed il futuro dei libri

All'OpenCamp sono stato introdotto all'inchiostro elettronico (o e-ink) e agli apparati che ne fanno uso grazie alla partecipazione di simplicissimus. La leggibilità degli schermi che utilizzano questa tecnologia è paragonabile a quella della carta stampata. Mi piace molto la citazione sulla loro home page:

"Sempre più persone leggeranno sempre più parole da sempre più schermi e sempre meno parole da un numero sempre minore di pagine, e quando queste due curve si incroceranno, gli ebook dovranno essere ciò di cui gli scrittori campano, e non ciò che utilizzano per promuovere le loro edizioni-ammazza-alberi"
(Cory Doctorow, Ebook Manifesto [PDF])

Technology Day presso le Università (Roma e Napoli)

Stiamo organizzando dei Technology Day dedicati a Solaris, all'Open Source e ai sensori programmabili (in Java) Sun SPOT presso le principali università italiane. L'idea è di parlare assieme di queste tecnologie anche tramite alcune dimostrazioni.

Per ora l'agenda prevede:

giovedì mar 20, 2008

La piattaforma LiveBase per sviluppare con modelli UML/MDA

All'OpenCamp ho incontrato anche Antonio Leonforte che mi ha illustrato il suo lavoro per realizzare una piattaforma di sviluppo basata sulle linee guida dell'OMG (ed in particolare su UML e MDA) denominata LiveBase.

Una demo live del sottosistema LiveTable (relativo alla presentazione dei dati) è disponibile sul sito e testimonia lo stato di avanzamento della piattaforma: con una interfaccia rigorosamente AJAX è possibile navigare una base dati di tipo relazionale.

La piattaforma completa permetterà di gestire tutto il ciclo di vita dello sviluppo, dal disegno iniziale fino all'amministrazione dell'applicazione in produzione, spostando gli effort dalla codifica testuale/grafica richiesta dagli attuali ambienti di sviluppo verso una modellazione concettuale che parte proprio dalla base dati.

lunedì mar 17, 2008

Gestire le password online con PassPack

All'OpenCamp dello scorso sabato grazie a Deirdré Straughan (collega che segue le Community OpenSolaris con un focus sullo Storage) ho conosciuto Tara Kelly che mi ha introdotto alla sua "creatura" PassPack.

PassPack sarebbe interessante già solo per essere una delle poche startup "Web 2.0" con un background italiano, ma in realtà ho trovato il loro modello di gestione online delle password estremamente semplice e potente.

Le password sono infatti gestite client-side e lato server sono resi visibili solo dati criptati. Ogni utente ha infatti due password (le uniche da ricordare, se si usa la loro applicazione):

  • un pass key utilizzato da PassPack per identificare (autenticare) l'utente sul proprio sito
  • un packing key utilizzato lato client per crittografare/decrittografare i dati sensibili nel colloquio con il server

Una serie di contromisure "visive" (come il Welcome Message personalizzabile) inducono l'utente a verificare l'autenticità delle pagine presentate (ad esempio in fase di login) e pertanto limitano le possibilità di un attacco di tipo phishing.

Molto interessante la procedura di apprendimento per l'auto-login, che è condivisa: quando un utente insegna quali sono i campi da popolare per la login su un sito, la stessa procedura è resa disponibile per tutti gli altri utenti dell'applicazione. Io ho ad esempio "insegnato" a PassPack come fare login su un sito di "extranet" poco diffuso, ma ho trovato già configurata la procedura di auto-login del sito Telepass.it.

PassPack è finalista CNET Webware 2008 per la categoria Utility & Security e se lo trovate utile siete ancora in tempo per votare.

About

Un diario digitale sui miei interessi: Internet, Solaris, Java, Fotografia, ecc.

Search

Archives
« aprile 2014
lunmarmergiovensabdom
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
    
       
Today