lunedì ago 18, 2008

LWUIT rilasciato in Open Source

LWUIT Lanciate alla JavaOne 2008, le Lightweight UI Toolkit (LWUIT) hanno avuto un incredibile successo. Questo toolkit, con un paradigma di sviluppo simile alle Swing, nasce per superare il problema che le funzionalità più avanzate di una UI su MIDP non sono accessibili via LCDUI, e gran parte del lavoro va fatto a basso livello, senza contare i problemi di visualizzazione che ne conseguono sui diversi device. Per favorire le attività che sono nate intorno a questa piattaforma sono state rilasciate in Open Source (GPLv2). Cosa si può fare semplicemente con questo toolkit? Ecco due esempi:



 Maggiori dettagli sul blog di Terrence Barr.

lunedì lug 28, 2008

Java sulle penne: rilasciato in beta l'SDK LiveScribe

La piattaforma di sviluppo Livescribe Penlet SDK 0.6 è stata rilasciata in beta da qualche settimana ed è pienamente utilizzabile da NetBeans 6.1.

Per chi non sapesse nulla della "penna Java", in chiusura della JavaOne 2008, nel consueto spazio dedicato da Gosling alle implementazioni più avanzate delle tecnologia Java, aveva fatto molto scalpore la demo del CEO di Livescribe, Jim Marggraff, che aveva presentato la sua creatura, la smartpen Pulsetm.

Gosling Keynote

In questa penna sono riusciti ad inserire una telecamera a raggi infrarossi, un processore Samsung ARM 9 a 32 bit, da 1 a 2 GB di RAM, uno schermo, un altoparlante, un microfono ed una piattaforma Java per eseguire applicazioni basate sullo standard Java ME CLDC 1.1 (JSR 139) e MMAPI 1.2 (JSR 135). Per chi vuole avere un quadro completo delle features: Pulsetm.

Questa penna si avvale della tecnologia della Anototm che ha brevettato una carta che, tramite un particolare pattern di stampa, è in grado di fornire le coordinate del punto in cui è stato scritto qualcosa. 

Con questa soluzione la penna, una volta accesa, è in grado di registrare attraverso la telecamera ad infrarossi tutto quello che viene scritto sulla memoria flash embedded. Collegandola ad una porta USB è poi possibile scaricare il tutto attraverso un'applicazione desktop che viene fornita.

Supportando delle API di Intelligent Character Recognition (ICR), le applicazioni deployate nella penna possono riconoscere in tempo reale quello che è stato scritto e, per esempio, tradurre la parola in un'altra lingua, con relativa pronuncia. C'e' una demo pre-caricata nella penna per dare un'idea di quello che si può fare in tal senso.

Per chi si volesse divertire a sviluppare le applicazioni penlet, è finalmente disponibile il kit di sviluppo.


About

cdb

Search

Categories
Archives
« aprile 2014
lunmarmergiovensabdom
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
    
       
Today